Skip to content

Effe chiude i libri per sfoltire la pila di recensioni!

09/02/2011

Dopo aver smaltito il mal di testa e l’incazzatura da primo esame passato torno a scrivere, prima di tutto per farmi vedere (quindi ora che sapete che son viva potete stare più tranquilli!) e poi per segnalarvi due libri, le cui recensioni sono rimaste in stand-by per davvero troppo tempo (diciamo 2 mesi!).

  • Cioccolata per due – Lolly Winston: Prima di tutto mi sento di precisare due cosette: prendete il titolo e la copertina e mettetele da parte perchè col libro non centrano un gran nulla. L’incontro con questo romanzo avviene per puro caso, dopo che mia madre aveva spulciato il testo in una bancarella , l’avevo letto in un attimo e me l’ha subito segnalato, anche se a prima vista mi sembrava molto un romanzetto per donne di una certa età (ecco). Sta di fatto che  mi sono ritrovata immersa in un mondo non mio, completamente in simbiosi con Sophie, una trentaseienne che si ritrova a perdere tutto: marito, lavoro, peso forma e casa. Persa e senza via di scampo, deicide di ricominciare da zero lontano dai ricordi e da quel passato che non la lascia andare; si trasferisce da un’amica ed inizia a cucinare, attività mai intrapresa prima perchè “superficiale” nella sua vecchia vita (vita che inizia a rivalutare.. insieme ad un marito che poi non era così perfetto). Ricomincia a lavorare e per distrarsi ulteriormente fa da sorella maggiore ad una tredicenne schizzata che gliene farà vedere di tutti i colori, ma che nel frattempo l’aiuterà a crescere e a far crescere! Ritrova l’amore e la voglia di vivere……ma a questo punto peno di avervi già detto troppo. Detto così può sembrare il classico romanzetto sdolcinato e tristissimo, ma l’ottima scelta dei personaggi rende tutto molto leggero, ironico e incorniciato in un’atmosfera davvero ZUCCHEROSA! Per quanto possa essere lontana Sophie non è poi così diversa da me e da tutti noi..soffre ride e si rimbocca le maniche e ragiona come noi (“Quando la vita ti dà i limoni, non ti resta che fare una limonata. Quando i ragazzi ti spezzano il cuore, meglio ricordarsi dei peli del naso. Non tutto il male vien per nuocere.“). Perchè la vita va presa così come ti arriva, l’importante è andare avanti. THE SHOW MUST GO ON!
  • Il mio cuore ha due battiti (uno è per te, l’altro mi serve per vivere) – Claudio Vignozzi: Finalmente posso parlarvi di questo piccolocapolavoro tutto italiano! L’incontro con questo libro è avvenuto alla Fiera di Libro dove, dopo aver fatto un simpatico giochino della casa editrice (della serie dimmi chi sei e ti dirò cosa puoi leggere), ho acquistato la prima pubblicazione di ClaudioVignozzi, un giovane livornese che dovrebbe proseguire nella scrittura..anche perchè questo era davvero piccino. Al centro di questo breve romanzo troviamo Carlo, un giovane romano di 26 anni, affetto da una rara patologia cardiaca che enfatizza il suo carattere poco socievole e molto passivo nei confronti della vita. Ma una mattina, mentre andava all’università sperando di concludere qualcosa, in contra lei, la sconosciuta, la donna della sua vita! E lì tutto cambia..e che  cosa non si fa per amore? ci si affida nelle mani di una sconosciuta, la si segue per una vacanza all’avventura, si fa tutto ciò che nei 26 precedenti anni ci si è rifiutati di fare. Tutto ciò solo perchè quell’altro battito, quello scomodo e difficile da gestire, deve essere donato a qualcuno per placare un dolore (fisico) troppo forte da sopportare. (Certo che i ragazzi ne danno di botte in testa!).  Data la brevità del racconto eviterò di dirvi altro, voglio solo aggiungere che darò un’altra occhiata a questa casa editrice che ha spiazzato me e tutti i miei amici che non hanno resistito nel comprare un loro libro. Insomma, romanzo davvero carino, ben scritto, scorrevole e da lasciarti spiazzato fino alla fine!

Bene…penso d’aver detto tutto per ora! Mancano 3 libri all’appello ma per quelli devo posticipare ancora un po’.

Ora posso tornare a studiare. Evvai! Ci si vede dopo il prossimo esame. STOP.

23 commenti leave one →
  1. Marta permalink
    09/02/2011 21:01

    Possibile che tutti i libri che abbiamo nel titolo la parola cioccolata non c’entrino con la trama. Io devo ancora capire il significato del titolo “cioccolata a colazione” … bah!

  2. 09/02/2011 21:56

    ciao! anche io ho letto cioccolata per due e mi è piaciuto tantissimo! oltretutto è stata una piacevole scoperta visto che me l’ero “accaparrato” in una di queste offerte-fuori-tutto! :p

  3. 09/02/2011 23:42

    Incazzatura da primo esame? Cioè?😐
    Ciao,
    Emanuele

    • 10/02/2011 15:10

      Esame passato..ma per la mole di lavoro ed il modo in cui sono stata “giudicata” da un prof avrei preferito essere bocciata. Ci tenevo ad andare bene ed invece mi devo “accontentare” di un 24

      • 10/02/2011 18:43

        Uno in meno! Credimi che tra qualche anno non ti importerà più assolutamente!
        Ciao,
        Emanuele

  4. 10/02/2011 00:31

    ….e dai….non farci aspettare troppo…..ma il prossimo esame è tra pochi giorni? In questo caso….si può anche aspettare.Un grandissimo CIAO!

  5. cavaliereerrante permalink
    10/02/2011 01:51

    Gli esami, Lady @Farnocchia, non finiscono mai !
    Così scrisse il grande Eduardo, così scrive, ogni giorno, l’ esistenza di tutti noi e, a quanto leggo, la tua !
    Ma … nel frattempo, vedo che non hai perduto, tra un esame e l’ altro, la tua ‘verve’ di recensionista letteraria .
    Dovresti farti assumere da qualche Casa Editrice, e farlo per mestiere, magari insieme alla nostra @Marta, che come te ( e come me ) ama leggere ed acquistare libri ‘for ever’ !

    • 10/02/2011 16:12

      Mio cavaliere, che piacere ritrovarti qui!!!
      e dato il tuo interesse per la mia passione ti svelo un segreto: collaboro per una testata giornalistica dove recensisco tutti i libri che non vedete qui…ma non posso dirti dove trovarmi perchè lì non sono Farnocchia..quindi se il concetto di privacy non dovesse cambiare il luogo da me citato rimarrà topsecret! 😉
      non odiarmi!

      • cavaliereerrante permalink
        11/02/2011 00:31

        Lì, non sei @Farnocchia ???
        Sarà pur vero, ma la virtù non cambia, e penso che anche là sarai sempre te stessa, con la tua sciolta e intuitiva capacità a leggere “dietro e fra” le righe di un Libro .
        Quanto “ad odiarti” per voler mantenere ( giustamente, a mio avviso ) il riserbo, scherziamo ???
        Odiare una Ragazza ‘romana’ sensibile e ironica, impegnata ed allegra come te, sarebbe impossibile !
        Tutt’ altro, “@Secchione” permettendo !!!!

      • 11/02/2011 01:38

        Non sapevo di questa tua “passione”. Ormai The Best è quasi in pubblicazione, però potremmo parlarne per il prossimo numero, che dici?

        Ci risentiamo.

  6. 10/02/2011 11:24

    Ciao,sei brava nell’invogliare chi legge le tue recensioni all’acquisto.
    Rapita anche dal titolo (Il mio cuore …), appena mi è possibile lo leggerò.

    Con simpatia
    Gina

  7. 10/02/2011 14:23

    Molto brava Farnocchia, davvero. C’è un bellissimo legame, mi sembra di capire, che stringe le tue letture e le caratterizza: disastri o situazioni difficili che si risolvono con l’amore e comunque con la forza d’animo o la presenza di persone giuste accanto.
    Una bella scelta di positività. Ti piace tutto sommato che la vita porti in alto. Confesso che piace tanto anche a me.
    Un abbraccio Farnocchia e facci conoscere ancora altre recensioni, quando andremo per librerie, ce ne ricorderemo.
    Ciao.

  8. 11/02/2011 00:05

    mi ispira un sacco il primo libro.. adoro le storie che c’entrano con la cucina, specie se hanno qualcosa di affascinante e retro nel titolo, tipo “il sapore dei semi di mela” o “il profumo del pane alla lavanda”.. appena avrò finito anna karenina magari faccio un salto in libreria!

    • 11/02/2011 10:22

      Fidati..è davvero carino! E poi la protagonista è una svalvolata assurda…ti piacerà, ne sono sicura!

  9. aliante permalink
    12/02/2011 18:40

    Mi piace come scrivi, quindi ogni tanto vengo a leggerti, meriti un link😉 Buona domenica!!!

  10. sabby permalink
    13/02/2011 16:26

    Ciccolata per due mi sembra carino, sarà per il titolo, visto che sono a dieta!!
    a parte gli scherzi, questa tua recensione arriva in un momento di pensieri tristi sulla mia vita, allora forse con la filosofia di vita di questo romanzo potrei un po’ gurdarla maeglio!!

  11. 14/02/2011 13:49

    Belle le tue recensioni. Si sente che sono scritte con la passione di chi ama leggere.

  12. 15/02/2011 09:41

    mmm… mi hai convinto sul secondo libro🙂 mi attira di più rispetto al primo almeno dal titolo.

    bacioni!

  13. 15/02/2011 18:58

    prendo nota! in bocca al lupo!

  14. 16/02/2011 17:14

    Farnocchia, ci manchi, hai finito di sfoltire le renensioni? Intanto ti mando un saluto affettuoso. Ciao.

    • 16/02/2011 20:44

      Eccomi!
      Magari fossero le recensioni il problema della mia assenza…l’università mi sta annullando (che tristezza!).
      Però sto preparando il nuovo post..abbiate fede!

Trackbacks

  1. L’inquietudine della lettrice depressa | Volevo fare la principessa

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: