Skip to content

Pensieri d’infanzia e di madre (molto) futura

19/11/2010

I figli non sono figli nostri,
sono figli della sete che la vita ha di se stessa.
Essi vengono attraverso noi,
ma non da noi..

Khalil Gibran

Novità nella Effe sfera!!
  • La manifestazione del 17 è stata FAVOLOSA! Striscioni, fumogeni, canzoni, balli, colori, bandiere e mille di mille fotografi..amici, colleghi, professori e ricercatori tutti insieme per dire “CI BLOCCATE IL FUTURO E NOI BLOCCHIAMO LA CITTà”….e l’abbiamo fatto davvero!
  • Questa è la settimana dell’infanzia indetta dell’UNICEF che da ben 21 anni ha stabilito e portato avanti i diritti dei bambini. Sui social network, blog e nelle città ci sono molte iniziative tra le quali quella di mettere un’immagine di un cartone che ha “condizionato” la vostra infanzia. Avrei voluto far partire qualche altra iniziativa tra noi blogger ma mi son svegliata troppo tardi. Comunque metto anche qui l’immagine che mi rappresenta un po’ ovunque in questi giorni: è una Biancaneve un po’ particolare che secondo me rappresenta la sottoscritta al 100%..una principessa con la birra in mano è il massimo!!!
  • Il 27 novembre, oltre a non doversi preoccupare di rifare il letto per 4 giorni (i genitors sloggiano per una vancanzina rilassante per loro e per me!), apre Little Big Town ovvero il negozio più grande d’Europa di cui avevo già parlato in questo spazio. Ovviamente la sottoscritta, la sua buona dose di bambina capricciosa che vuole comprarsi tutto e le ciurma di psicopatici saranno lì davanti a quel portone pronta a navigare in giochi e ricordi.
  • Domani, finalmente, è il Crozza Day; il tanto atteso e poco pubblicizzato spettacolo di Maurizio Crozza sarà visto, commentato e giudicato dal Secchione e moi che a dirla tutta non ce la faceva più a essere costantemente aggiornata sul countdown dal Secchione…sembra un bimbo che deve andare a Disneyland a giorni!
  • Fa freddo!!!….. Momento, precisiamo:io odio il freddo! Ma l’unica cosa positiva che ha il freddo (oltre gli stivali ed i maglioni XXL) è il té e per una teina dipendente come me è come per un fattone essere catapultato ad Amsterdam..non so se ho reso l’idea!
  • Ieri ho comprato VANITY(bibbia)FAIR!  Giustamente direte:sai che novità?!? Vero.  Ma stavolta è stata la copertina ad attirare la mia attenzione; ho visto un pancione e poi il volto di una donna (finalmente) serena, ovvero Gianna Nannini che all’età di 54 anni sta per avere la sua prima bimba.  Di solito a chi è in copertina fanno una mega intervista, ma stavolta anche questo era diverso: al posto del classico botta e risposta giornalistico c’è una struggente e bellissima lettera che la rocketara d’Italia scrive liberamente alla propria bimba. Insomma potete pensarla come volete, che è vecchia, egoista, pazza, grandiosa, moderna ecc  ma appena finirete di leggere quelle 4 pagine potrete solo dire: CHE MAMMA FANTASTICA CHE SARAI!  Leggendo questo (e dopo aver riletto per la 3^ volta “Lettera ad un figlio mai nato” della Fallaci) mi è tornato in mente un post che feci nel mio vecchio blog quasi 2 anni fa che vi inoltro qui sotto. Era un momento particolare della mia vita e volevo gridare al mondo quello che forse un giorno dirò ad una pulce di 80 centimetri che terrò in braccio dopo 9 mesi di movimenti barcollanti stile ippopotamo.
Scrivo a te,
che ancora non esisti e che forse non esisterai mai ( non mi è dato saperlo) ma voglio insegnarti già da ora una cosa importantissima che dovrai affrontare una volta arrivato qui…LA VITA!
Non ti voglio parlare di tutto quel caos religioso/politico che stanno continuando a portare avanti su aborto ed eutanasia, di questi discorsi da grandi ne parleremo quando veramente sarà il caso.. ma visto che per il momento ( e spero per ancora un bel po’) sei ancora un destinatario immaginario non te ne deve fregare nulla di ciò.
Io volevo parlarti della vera vita…cioè quella che vivi..la parte più intensa che molte volte viene  snobbata o viene sempre accantonata con quei ”poi..forse..un giorno”……NO!!  tu non fare così!!
Ho capito in poco tempo che la vita per quanto bella è lunga ti possa sembrare è in realtà breve e anche un po’ bastarda…ti da e ti leva tutto senza avvertirti, senza chiedere scusa, ma soprattutto, senza darti un perchè! Lo so che non è giusto ma è sempre stato così e purtroppo non possiamo farci nulla…possiamo solo cercare di limitare il dolore e fare quello che farebbe un buon amico, un parente, un genitore presente..una madre! E io ti dico queste semplici cose: Vivi..vivi intensamente la tua vita.  Ridi.  Scherza.  Esci la sera con i tuoi amici.  Non passare una vita intera a mettere da parte i soldi, comprati una macchina nuova e parti per mete sconosciute.   Compra una casa al mare,ti sarà sempre utile.     Impara più lingue che puoi, non si sa mai. Ama! Ama intensamente ogni volta che tu lo desideri, ma non farti fregare perchè poi le cicatrici fanno bene per il futuro, ma a lungo andare ti lacerano dentro.    Ascolta! Ascolta la famiglia e i loro consigli, perchè quello che stai facendo tu (lo so che può sembrare strano) l’hanno già fatto loro.      Ascolta i tuoi amici quando ti dicono che stai facendo una cazzata, perchè loro servono anche a questo.     Non rimandare nulla al domani, per quanto ti è possibile! Fai tutto quello che devi fare quando pensi che sia il momento giusto senza correre,e se vuoi consigli, chiedi (!!!) senza crearti problemi. Non fare cazzate. Il vivere intensamente e il fare tutto non vuol dire che devi buttare questo grande dono, che è la vita, per far trasformare il tuo fegato in una spugna secca grazie all’alcool o per trasformarti in un cretino a forza di droghe… gli ”amici” che ti fanno ”sballare” , quando ti ridurrai ad un vegetale non staranno lì ad aiutarti!  Protesta, urla e chiedi sempre che i tuoi diritti vengano sempre concessi; per quanto se ne possa dire l’uomo è libero e come tale deve assicurare questo diritto anche agli altri.
Purtroppo dalla vita non sai mai cosa aspettarti, nel bene e nel male…e a me è bastato un mese per ricordare tutto questo…quindi ascoltami!!! Lo so …ancora non esisti e io già sono qui a scassarti le palle , ma se questo sfogo è dedicato a te , che rappresenti il futuro in generale , vuol dire che forse è il caso che le cose inizino a cambiare già da noi!!
La lettera è finita…un vero e proprio finale non te lo so dare… ma non importa… il messaggio principale  spero sia arrivato!
Noi due…bhe..forse faremo in conti in futuro!
Ciao!
15 commenti leave one →
  1. Marta permalink
    19/11/2010 19:40

    Lo devo ammettere sei stata proprio tenerosa.

  2. 19/11/2010 22:17

    Bella! Io meno ci penso e meglio è. In realtà la cosa mi spaventa molto ora come ora, ma bisogna dire che ancora è prestissimo e quindi sto buona.
    Però se un giorno avrò figli penso che saranno le persone più sfortunate del mondo, ma non perchè sono una rompipalle, ma perchè sono una col paraocchi, ho una mentalità chiusa e moooolto conservatrice, quindi potrebbero sentirsi repressi. Ma comunque, ripeto, ancora è presto!😆

    Impara più lingue che puoi, non si sa mai!
    Ecco, questo per me sarebbe il figlio perfetto!😛 Se mi esce appassionato di lingue è fantastico, altrimenti ‘sta cosa gliela inculco io, no problem!

    • 21/11/2010 16:02

      Io penso che ognuno a modo suo sa essere una brava madre..basta scoprirlo!
      Per quanto riguarda le lingue, è vero: ora mi rendo conto di aver lasciato a metà la mia cultura riguardo inglese e spagnolo (non sono mai riuscita a finire un corso e prendere un SIGNOR attestato) e riuscire a trovare del tempo per ricominciare sempre una battaglia; quindi il mio povero pampino non dovrà fare lo stesso sbaglio. oh!

  3. 20/11/2010 04:03

    Ho letto la tua lettera e dopo poche righe ho pianto.
    E’ un momento difficile della mia vita, il + difficile, dove la vita mi ha tolto senza chiedere scusa e mi ha detto: cedi o cambatti. Ho scelto la seconda, ma ero disarmata.
    Così sto facendo, ma è dura. So solo che vivo giorno per giorno, assaporando ogni attimo come se fosse l’ultimo. Potevo perdere tutti questi attimi, non è così e voglio vivermeli.
    E’ difficile vivere alla giornata senza pensare al futuro, noon risparmiare qualcosina per crearti un domani, ci vuol un giusto equilibrio tra godersi le cose e preservarsele.
    Difficile…ma forse sta tutto qui il segreto della vita.

  4. 21/11/2010 15:50

    Ieri giornata di shopping con amiche… tutto il “geriatrico” a Bologna a comprare … nulla. Bene, ho visto anche io la copertina con l’immagine di una Nannini truccata, dolce, morbida … insomma… irriconoscibile. Sembra che chiamerà la sua bimba Penelope. Io ODIO Penelope, non mi è mai stata simpatica. Ti chiederai perchè scrivo ste cavolate. La verità è che la tua lettera me ne ha fatta venire in mente una che ho scritto al mio bimbo quando era poco più di una capocchia di spillo dentro la mia panza. Ora, dopo la tua, cazzuta e matura, torno alla mia… ti saprò dire. Un bacio!

  5. Marta permalink
    21/11/2010 17:14

    Esatto sorella!

  6. 22/11/2010 11:26

    Ehm …. scusa il disturbo, Lady @Farnò : due cosette soltanto !
    Tu dici che “quella Biancaneve” ti raffigura al 100% ???
    E’così, tutta intera, occhiali e resto ???
    Beh, più che la Birra in mano, direi – a mio parere “errante” ma da Uomo! – quella giovane Donna ‘tuo clone’ ha ben altri ‘argomenti’, chiamiamoli così, per attirare l’ attenzione altrui, specie quella maschile : “prommemoria”, li chiamerebbero nella Napoli di G. Marotta, “irresistibili prommemoria” diremmo ovunque !
    Complimenti sinceri e disinteressati !!!
    Lady @Gianna Nannini ???
    Penso che la bella e commovente Lettera ( che, conoscendo quella Donna, stimo sincera fino alla radice ! ) più che alla ‘Nascitura’ l’ abbia scritta a se stessa, il chè è ancora più bello, poichè Lady @Gianna ha fatto un percorso difficile, dove lacrime amare e disillusioni non le sono mai mancate e dolori lancinanti, ma lei non s’ è mai arresa !

    • 23/11/2010 22:51

      a parte le meno tette ed i capelli più lunghi penso che …si siamo dai!!eheheh. (gli occhialo sono uguali..anche lo stacco di coscia!)ahahahahahahah. Tornando seria e pacata, ti ringrazio cavaliere..i tuoi “sinceri” complimenti mi lusingano.
      Per quanto riguarda la mitica Gianna penso che quella lettera sia una bella presentazione alla sua bimba del mondo che l’aspetta, fatto di insidie, dita puntate ma anche di tanto amore e rock ‘n roll!!!

  7. 22/11/2010 17:17

    Settimana dell’infanzia + maternità + cartoni.
    Allora: ci vuole una storia per bambini in cartone che parli di una brava mamma!! DUMBO?? Questo cartone racconta una storia tristemente dolce e commuovente, il mio terzo figliolo non è mai riuscito a guardarlo, a questa scena si struggeva… e non a torto, ma nella vita di una mamma ci vuole dolcezza e forza come li ha sfoderati la “Signora Dumbo”. Tanti auguri a mamma Gianna! e a tutte le future mamme, in particolare a te vivacissima Farnocchia.

    Preparate un fazzoletto…

    • 23/11/2010 22:46

      Dumbo..che cartone!!! La danza degli elefanti rosa era il pezzo più bello. Ricordo che il momento della “ninna nanna” di Dumbo con la mamma in gabbia lo mandavo avanti perchè mi metteva tristezza..altro che fazzoletto!

      ps: ma auguri di cosa?!?! no no..per ora no pupetti frignanti por favor..mi basto già io!! 😀

  8. 25/11/2010 01:13

    certo certo, con calma, molta calma… per quando lo desidererai/rete.E allora sarà una faticosa e bellissima esperienza… senza fine!!😉

  9. 29/11/2010 02:18

    ti devo applaudire.. brava…
    la tua lettera è toccante e mi è molto piaciuta.🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: