Skip to content

(in)Conceivable Reports

05/11/2010

Like as, to make our appetites more keen,

With eager compounds we our palate urge,

As, to prevent our maladies unseen,

We sicken to shun sickness when we purge,

Even so, being full of your ne’er-cloying sweetness,

To bitter sauces did I frame my feeding

And, sick of welfare, found a kind of meetness

To be diseased ere that there was true needing.

Thus policy in love, to anticipate

The ills that were not, grew to faults assured

And brought to medicine a healthful state

Which, rank of goodness, would by ill be cured:

But thence I learn, and find the lesson true,

Drugs poison him that so fell sick of you.

Per la traduzione vi rimando QUI, così sarà più chiaro il perchè ho iniziato con questo sonetto di Shakespeare che ho letto qualche settimana fa mentre ero sulla metro. In pratica il sommo poeta spiega quanto l’uomo sia uno stupido a cercare sempre qualcosa che non va nella sua felicità; ci facciamo in quattro lamentandoci giorno e notte sul perchè non troviamo l’amore e proprio quando cupido ci allieta della sua presenza montiamo film assurdi riguardo storie inesistenti e vagando in percorsi di vita che mai avremmo pensato prima.

Ecco, a me è successo all’incirca così!

Forse non dovrei parlarne qui ma tanto i diretti interessati o leggeranno tutto ciò troppo tardi o (teoricamente) non dovrebbero passare nemmeno di qui, ma penso che certe situazioni debbano essere raccontate e lasciate ai posteri come un monito a non fare le stesse cazzate.

Amo il Secchione…cioè, se amare significa  rispettarlo/assecondarlo in qualsiasi sua fissa/ trovarlo attraente e tremendamente sexy anche quando si soffia il naso o rutta/ sopportare qualsiasi cosa pur di stargli accanto/tentare acrobazie culinarie solo per il suo piacere/non sentire più il braccio a forza di fargli grattini/sentirmi bella e felice vicino a lui bhè, sì, lo amo!  Ma da quando è iniziato tutto ho vissuto con il terrore che qualcuno potesse portarmelo via..un ombra dal passato che lui nemmeno calcolava più per me è stata presente in molti momenti di questa storia; per colpa di un messaggio di “rivendica del territorio occupato” mi trovavo a pensare ad un  passato non mio invece che godermi un presente che penso non mi ricapiterà più.  Il problema sarebbe finito presto se solo non ci si fosse messo di mezzo internet, che con la sua bastardaggine tecnologica ha fatto sì che io-presente-del-Secchione e lei-passato-del-Secchione iniziassimo (all’inizio senza capire e conoscere i ruoli che ci aspettavano) a conoscerci.

Voi starete pensando: ma che storia è?? purtroppo la mia ed è vera!  Insomma per cercare di fare la persona educata gentile e pensando sempre bene del mondo (lo stesso che molte volte mi ha fregata in passato) mi convinco che forse non sarebbe sbagliato continuare questa “relazione”; GRAN CAZZATA! Per colpa di questa botta da open mind mi ritrovai in un triangolo assurdo, pesante ed inconcepibile dove lui non parla col passato avendolo rimosso mentre il presente ed il passato parlano di libri e altre mille cose che scoprono di avere in comune (forse anche troppe, al punto anche da preoccuparmi alla fine).

Renato Zero cantava che il triangolo non l’aveva considerato…bhè, io invece di troncare questa situazione nella quale mi ero cacciata con le mie stesse mani, assecondando quel passato che non avrei mai voluto conoscere, pensando che solo così avrei esorcizzato i miei problemi passati (fondati su traumi passati e tante lacrime che nessuno sa e che nessuno deve giudicare come un’ insicurezza infantile, come mi è stato detto!), mi ritrovavo a rispondere a notizie e provocazioni che ogni tanto venivano a farmi visita.  Passa un anno e la storia non cambia, anzi: io scappo da questa cosa e vengo rincorsa e trovata ovunque da questo passato che (inconsapevolmente) non mi faceva respirare. Ovviamente sono iniziate anche le litigate col Secchione ed è stato lì che ho capito che non poteva andare: mi veniva chiesto di essere amica della ex del mio ragazzo….daaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaiii!!! Alzi la mano chi ha una situazione del genere.

Così taglio tutto, chiudo la storia, discuto con un passato troppo orgoglioso (ed anche un po’ lunatico) che non voleva capire la situazione e vissero tutti felici e contenti. Ma qualcosa ancora mi turbava.

Poi ho letto “Istant Love” di Bianchini (alla base c’è un triangolo amoroso e turbolento che non porta nulla di buono a nessuno dei tre) e lì, in 48 ore di lettura, mi son resa conto che questa relazione inconcepibile non sarebbe nemmeno dovuta nascere. Passiamo una vita a stabilizzare il nostro essere e poi riusciamo a far crollare tutto per un capriccio o per una botta di trasgressione.

Ora sto bene, sono il presente felice calmo e razionale di un ragazzo che forse ho cercato da sempre e, ora che l’ho trovato, voglio godermelo in tutte le sue sfaccettature, senza rimorsi, dubbi, pensieri e senza sapere nulla di quello che era prima di me.  Sono strana, incoerente, paurosa, ansiosa e folle..voglio cambiare per lui… ma voglio farlo da sola!!

31 commenti leave one →
  1. 05/11/2010 17:31

    Uhm,
    ho vissuto più o meno la stessa cosa ….

  2. 05/11/2010 17:35

    …perchè devi cambiare?
    e se LUI, il ragazzo calmo e razionale, ti AMASSE trana, incoerente, purosa, ansiosa e folle?

  3. 05/11/2010 17:47

    “Passiamo una vita a stabilizzare il nostro essere e poi riusciamo a far crollare tutto per un capriccio o per una botta di trasgressione”
    quanto è vero… e poi, ogni volta, ricominciare a tirar su di nuovo tutto il castelletto è sempre è difficile.
    Sai cosa? Io a questo giro ho deciso di farmi una bella corazza, dorata, piena di ghirigori, ma solida.
    Così la prossima volta, se crolla tutto, io resto in piedI!

    • 05/11/2010 17:57

      Brava!
      io stavo per cadere pensando che quella situazione potesse aiutarmi a conoscere meglio gli altri e a vivere più serena…poi ho tirato fuori dall’armadio la corazza e ho combattuto per chiudere tutto!

  4. 05/11/2010 18:31

    Ogni volta che leggo storie come questa tua, Lady @Farnò, mi stupisce ancora ( e ti assicuro che non è facile stupirmi ! ) la “complessità dell’ animo umano”, sia negli Uomini, sia, se non soprattutto, nelle Donne !
    Però via ….. volevi essere “una Principessa” e ti sei fatta “Camionista” ?!?!?!?
    E come mai ?
    Tra Castello e Camion, non ti mancavano alternative a scalare … che sò, Duchessa, Contessa, Marchesina, Baronessa, Nobildonna, Damigella ….., e per arrivare alla dura vita del Camionista ce ne sarebbero stati ancora di ruoli meno faticosi e più gratificanti, eh !
    Mistero, il tuo nome ( talvolta ) è Donna !!!

    Ps. Se ti interessasse il mio parere “errante”, facesti bene a buttare via “Secchione&Donna del passato”, ma bene assai credo !
    Meglio, meglio assai, che Tu te ne vada in giro col tuo Ragazzo semplice e stradarolo, magari insieme sul tuo camion che va lontano e non conosce meta !

    • 05/11/2010 18:45

      passare da uno status così alto alla vita da camion è stato più facile di quanto tu possa pensare.

      comunque il secchione me lo tengo perchè, fosse stato per lui, in questa situazione non mi ci sarei mai messa; hai provato a difendermi e a persuadermi ma la mia cocciutaggine gli rispondeva che “dovevo cavarmela da sola in questo casino”, così mi ha guardata da lontano aspettando di prendermi al volo in caso cadessi… 😉

  5. 05/11/2010 19:29

    Beh allora…vale anche per l’amicizia? Cioè il fatto che uno è cocciuto e spera sempre che il domani dia migliore…ma poi becca una bella mazzata in testa…ma di quelle che sì, ti aspettavi…ma che in fondo speravi non arrivasse mai? Farnocchia…come dice il Liga la verità è una scelta…ed è proprio per questo che non dobbiamo mai chiudere gli occhi…intanto ti linko sul mio blogghino.

  6. 05/11/2010 19:34

    non c’è mai una cosa uguale ad un’altra!
    non c’è niente di giusto e/o sbagliato!
    love is anarchy!

  7. 05/11/2010 19:47

    @bitu: hai ragione..è anarchia allo stato puro! ma non scrivi più sul tuo spazio??
    @laura: vale per tutto quando ci sono di mezzo i sentimenti e l’incoscenza

  8. aliante permalink
    05/11/2010 20:09

    ecco, approvo la conclusione🙂

  9. 05/11/2010 20:51

    Appoggio anch’ io !
    L’ Amore è un’ anarchia ?
    Giustissimo .
    Ma anche l’ AMORE E’, o non è Amore !!!

  10. Bob permalink
    05/11/2010 23:03

    Amore fa rima con “core”! Giao!🙂

  11. Bob permalink
    05/11/2010 23:05

    P.S. Però ogni tanto..mmmme se strigne (strigni e strigni, poi che c’è rimane?) er core a dittelo..fai uscire quella camionista che è in te…mi sembra di stare al catechismo a volte °_° [ :))) ]

  12. 06/11/2010 16:06

    Santa Caterina tesoro, urge uno spritz e rutto libero per condividere la testadilegno che ci ritroviamo…Scusa sono odiosa, ma la tua zucca mi pare di conoscerla (sembra la mia)… e non è un complimento…

  13. 06/11/2010 17:17

    @charlie: oddio! allora ho fatto bene a togliermela di torno prima che tutto si distruggesse per colpa mia.

    @bob:caro Bob, ma quale catechismo??’ogni tanto faccio la riflessiva anche io..ma tranquillo che a breve un ruttino te lo faccio!! ahahah

    @tantoper: spritz e rutto?!?!?quando ci vediamo??? 😀

  14. 06/11/2010 18:31

    Ciao Farny, con passo veloce, ti auguro una buona domenica.

    A presto

  15. 06/11/2010 19:02

    (e comunque Shakespeare è proprio IL SOMMO!)

  16. carlotta permalink
    07/11/2010 20:43

    A parte il fatto che personalmente alla storia di essere amica delle ex non ho mai dato credito e mai creduto, nemmeno se mi regalasse il libro un teleimbonitore da strapazzo (vedi Crepet e similari). Sai quanta falsità e verità nascoste si celano dietro alle amicizie forzate (da chi?) specie dei nostri compagni. Non cadrò mai in questi tranelli emotivi che ti lasciano alla fine completamente disarmata e senza corazza, anche agli occhi del tuo tessssssoro. Toglimi una curiosità: ma è stato il tuo ragazzo a dirti di cominciare stò delirio? E lui ora come si sente?

    • 08/11/2010 12:02

      forse le mie parole sono state mal interpretate. lui non centra nulla!!io mi sono ritrovata a conoscere questa persona (senza sapere che fosse sua ex) tramite un blog e quando ho capito chi fosse l’ho evitata, ma lei cercava un “pacifico” (così almeno dice) confronto e così è iniziato sto delirio. il mio ragazzo anche troppe volte mi ha chiesto di chiudere sta storia (anche perchè loro non si parlano da circa 2 anni!) ma io appena ci provavo rieccola che con i suoi mille input mi faceva partecipe della sua vita e del suo passato. lui ora sta bene..non litighiamo più e ci godiamo la nostra storia in pace!
      io non l’ho mai fatto intervenire perchè volevo uscirne da sola..e perchè fondamentalmente non volevo che si parlassero!! 😀

  17. 08/11/2010 22:27

    ma lei lo sapeva che tu stavi con lui?
    (facciamo un po’ di gossip qui)

    • 08/11/2010 22:56

      All’inizio nemmeno lei sapeva chi fossi , poi l’ha capito ed ha continuato come se nulla fosse.
      ora ammetto che anche io avrò le mie colpe, però non penso che abbia il diritto di criticare il fatto che io non volevo la sua amicizia..cioè per lei quella che sta nel torto sono io…bha!!

  18. Taglia permalink
    09/11/2010 11:18

    Che situazione complicata, difficile e pesante da gestire.

    Io dico il passato deve rimanere passato e confinato lì dove si trova, lontano. Il presente è ciò che viviamo ed è meglio godersi quel presente, che sarà anche figlio del passato, ma al passato non deve più niente. Non ho capito bene cosa ho scritto comunque l’idea mia è di lasciare sepolto il passato (e chi al passato appartiene) e vivere serenamente il presente e chi nel presente c’è😀

  19. 09/11/2010 11:51

    certo che tra migliaia di migliaia di migliaia di blogger vai a conoscere, fatalitudine, proprio lei?
    mmmmhhhh…….
    Se ci fosse una pillola per imparare dal passato, ma dimenticarselo completamente, farebbe la felicità di molti……gatti compresi.😉

    Io penso – tempo presente
    Io penserò – tempo futuro
    Io pensavo – tempo perso

  20. 09/11/2010 12:09

    @taglia: hai reso bene l’idea..don’t worry! 😉

    @ilgatto: io l’ho sempre detto..il destino è bastardo (di tanta gente proprio lei?!?!bha). La perla di saggezza finale è favolosa…

  21. unspokenwords permalink
    09/11/2010 22:34

    Per risponderti..avrei bisogno di uno spazio vasto quando un libro…. e come faccio? Fa ciò che senti e cerca di essere obbiettiva? Mah..

    • 09/11/2010 23:10

      Bhe son stata brava ed obiettiva a levarmi dai guai..ma se questi dovessero tornare stavolta mi sa che l’obiettività la lascio a casa e preparo i pugni! 😀

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: