Skip to content

La dieta – Aldo Fabrizi

07/06/2010


Doppo che ho rinegato pasta e pane,

so’ dieci giorni che nun calo, eppure

resisto, soffro e seguito le cure…

me pare un anno e so’ du’ settimane.

Nemmanco dormo più, le notti sane,

pe’ damme er conciabbocca a le torture

le passo a immaginà le svojature

co’ la lingua de fora come un cane.

Ma vale poi la pena de soffrì

lontano da ‘na tavola e ‘na sedia

pensanno che se deve da morì?

Nun è pe fa er fanatico romano;

però de fronte a ‘sto campa d’inedia,

mejo morì co’ la forchetta in mano!


3 commenti leave one →
  1. 09/06/2010 14:06

    Bellissima. Quanto ha ragione!!!… (detto da uno che non cala di un etto!!🙂

  2. 09/06/2010 17:53

    io calo…non calo…poi prendo..poi ricalo.
    ma il succo è:CHISSENEFREGA(scritto attaccato fa più effetto), SE HO FAME MANGIO. PUNTO.🙂

  3. 24/06/2010 18:27

    Ma se in questa vita ci togliamo anche il piacere della buona cucina, allora siamo messi proprio male.
    E se anche un piccolo rotolino farà capolino dalla nostra maglietta, di certo non sarà la fine del mondo.
    Viva la pappa col pomodoro e… Buon appetito

    Ciao e buona serata

    Ps
    Grande il nostro Aldo Fabrizi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: