Skip to content

Un paese chiamato Internet

14/05/2010

Giusto per iniziare e per farvi capire quante cazzate scrivo, ho deciso che, insieme alle novità, vi proporrò i migliori post del mio vecchio blog..visto che in questo periodo non avrò molto tempo per pensare..maledetti esami

Non avendo tempo (e nemmeno 1euro) per comprare il giornale ed iniziando a tollerare sempre meno tg spazzatura, affido il mio sapere quotidiano ad internet ed alle migliaia di notizie di ogni genere che arrivano da tutto il mondo. Oltre crisi economiche, litigi, morti, macchie e nubi che minacciano cielo e mare mi piace anche andare a cercare gli articoli ad alto tasso di no sense/un pizzico minchioidi…parafrasando la Littizzetto vado alla ricerca della ”notizia farlocca”. L’ultima ad aver attirato la mia attenzione la riporto qui sotto:

Facebook ex-files (di Bianca Crespi)

Con i suoi 16 milioni di utenti Facebook è diventato il mezzo più veloce e divertente per recuperare gli “ex”: fidanzati, amici, colleghi… Vediamo assieme allo psicologo attore Paolo Vergnani se confrontarci con il nostro passato è un vantaggio o un rischio

Il boom in Italia è avvenuto nel 2008, 4 anni dopo il lancio del social network negli USA. Oggi gli utenti di Facebook sono diventati quasi 16 milioni (ultimo rilevamento nazionale al 31 marzo), con una media individuale di 300 “amici”: tra questi, inevitabili, gli “ex”. Ex compagni di scuola, ex colleghi di lavoro, ex amiche del cuore, ex fidanzati… Volti, e profili, che spuntano dal nulla per rituffarci nel passato remoto.

Un’opportunità o un pericolo? Lo abbiamo chiesto a Paolo Vergnani, psicologo attore di Bologna (www.teatrodimpresa.it)

«Ci sono momenti della vita in cui è necessario mettere da parte i ricordi, per concentrarsi sul presente e sui propri obiettivi. Ma si tratta di fasi, appunto», spiega Vergnani. «In linea di massima, incontrare qualcuno che ha avuto un ruolo importante nella nostra vita a distanza di anni è piacevole. E istruttivo: permette di sentirsi parte di una generazione, di verificare concretamente la propria età anagrafica, di misurare quanto si è cambiati – più ancora di quanto è cambiato l’altro – e quindi di dare un senso al tempo trascorso..Un po’ quello che succede durante le cene con gli ex compagni di classe, solo che con Facebook è tutto accelerato»

Ritrovare qualcuno dopo decenni, però, può deludere…

«E viceversa. In un caso o nell’altro, si è costretti fare i conti con l’immagine ideale che avevamo delle persone. E quindi con i propri pregiudizi. Una grande occasione di crescita, sempre accompagnata da una sottile sofferenza: è il prezzo da pagare ogni volta che si acquisisce un nuovo pezzo di realtà».


Ora, onestamente..alzi la mano chi:

-dà piena ragione all’articolo

– è andato alla ricerca di un/una ex

– è stato contatto/a da un ex

– sbircia (o è sbirciato da) il/la nuovo/a ragazzo/a del proprio ex

..la statistica dice che, almeno una volta nella vita, ognuno di noi è caduto in questa tentazione alla ricerca del vecchio amore; vuoi per curiosità, masochismo, piacere nel sentire come va la vita all’altro, interesse o perchè siete dei maniaci seriali (il che non mi stupirebbe), ma quello che mi chiedo è: fa bene inoltrarsi in questo ingranaggio che può sfuggire da un momento all’altro dal nostro controllo solo per un momentaneo bisogno di vedere cosa fa il tuo passato senza di te??

Dopo aver provato la stretta allo stomaco per aver visto quello che forse era meglio lasciare alle spalle dico che è meglio vivere preoccupandosi (se proprio dobbiamo) del futuro..il passato non ha mai portato  nulla di buono. Tanto, per come la vedo io, nel momento più assurdo ed inspiegabile e nel posto più inimmaginabile (anche internet), il passato, tuo o di altri, verrà a farti visita…poi sta a te salutare e passare oltre, magari facendosi anche una nuova vita.

Una persona speciale un giorno mi ha detto che internet è più piccolo di quello che sembra: puoi incontrare chiunque ovunque…odio ammetterlo ma forse ha proprio ragione!

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: